martedì 21 settembre 2010

Uso del condizionale

Il condizionale semplice (o condizionale presente) esprime:

  1. Fatti che hanno la possibilità di realizzarsi nel presente o nel futuro, ma non la sicurezza, in quanto sono condizionati da altri fatti o circostanze.

    Scriverei a mia madre...
    ... ma c'è lo sciopero.
    ... ma non ho tempo.
    ... se avessi tempo.
    ... se non ci fosse lo sciopero della posta.


  2. Una richiesta o un desiderio formulati con cortesia o modestia: *

    Vorrei vedere un paio di guanti.
    Dovresti studiare di più.
    Avrei  fame... Vorrei mangiare.
    Direi di no!
    Non saprei come rispondere.
    Direi che è sgarbato a comportarsi così.
    Potrebbe fissarmi un appuntamento.


     
  3. Notizie o fatti non confermati: questo uso è tipico dello stile giornalistico, quando si riportano voci non sicure:

    Secondo voci non confermate gli sposi, dopo la cerimonia avrebbero l'intenzione di andare in un'isola del Mediterraneo, dove si fermerebbero per alcuni giorni in una villa di amici di famiglia e poi proseguirebbero per una crociera lungo le coste greche.
* Tutte queste forme verbali al condizionale semplice possono essere sostituite da forme al presente indicativo: le espressioni risulterebbero più dirette, più forti o franche.

Voglio vedere un paio di guanti.
Ho fame... Voglio mangiare.
Dico di no!

Non so come rispondere.



Il condizionale composto si riferisce a un tempo passato ed ha gli stessi valori del condizionale semplice.

Il condizionale composto (o passato) esprime:

  1. Fatti che non hanno avuto la possibilità di realizzarsi, in quanto sono stati ostacolati da altri fatti o circostanze.

    Avrei scritto a mia madre...
    ... ma c'è lo sciopero.
    ... ma non ho tempo.
    ... se avessi tempo.
    ... se non ci fosse lo sciopero della posta. 

  2. Un desiderio non realizzato:

    Avevo fame... Avrei voluto mangiare.
    Mi sarebbe piaciuto andare al concerto con Renato, ma avevo già un altro impegno.
    Avresti partecipato volentieri a quel concorso?
    Avresti dovuto studiare di più.

  3. Notizie o fatti non confermati: questo è un uso tipico dello stile giornalistico, quando si riportano voci non sicure.

    Secondo voci non confermate, gli sposi, dopo la cerimonia, sarebbero andati in un'isola del Mediterraneo, dove si sarebbero fermati per alcuni giorni un una villa di amici di famiglia e poi avrebbero proseguito per una crociera lungo le coste greche.

1 commento:

  1. e per quello che riguarda uso non deittico del condizionale? per esempio quando si immagina qualcosa?

    RispondiElimina